Poche bottiglie per una piccola cantina nata nel 1930 e cresciuta un passo dopo l'altro. Senza fretta. Prime bottiglie proprie dall'annata 1996. Tre baroli. Due cru: Le Coste uno dei più importanti di tutto il territorio di Barolo e proprietà della famiglia Grimaldi sin dal 1930; l'altro, unico, Sotto Castello di Novello, realizzato con uve nate su terreni acquistati in diverse porzioni da Ferruccio Grimaldi, affascinato dal terreno e dall'esposizione ottimale della zona. Il terzo è un Barolo di tradizione, classico, che nasce dalle uve di Terlo in comune di Barolo e Ravera in comune di Novello.

Segue un Nebbiolo elegantissimo dalla vigna di Valmaggiore, nel Roero, al di là del fiume, sulla sponda sinistra del Tanaro. Poi due Barbera, una affinata in legno, l'altra di fresca beva. Infine un Dolcetto d'Alba con l'eleganza di queste colline. Il tutto da fazzoletti di terra messi insieme con la passione di chi sa che il vino nasce proprio lì: nel vigneto.

Barolo Le Coste
Finissimo. Potenza e trama si intuiscono già all'occhio. Rosso austero, nobile, al naso è profondo, ampio, con sentori di frutti rossi e spezie e fiori secchi... Al primo sorso sprigiona l'imponenza dei grandi Barolo e la morbidezza dell'attesa, del lungo affinamento. Destinato all'eternità.


Vigneto: Le Coste
Barolo SottoCastello di Novello
È la vera meraviglia delle scelte in vigna di Ferruccio Grimaldi: avvolgente nella trama fitta del bicchiere, racconta note di viole, prugne, mirtilli, confettura, liquirizia, mentre in bocca conduce davvero lontano e sembra non finire mai.

Vigneto: Sotto Castello
Barolo
È un Barolo di tradizione, ampio, caldo, morbido, carezzevole, balsamico e persistente, frutto delle uve di due vigneti decisamente interessanti come Terlo e Ravera.

Vigneti: Terlo e Ravera
Nebbiolo d'Alba Valmaggiore
Nebbiolo di incredibile finezza al naso, meraviglia di lampone e violetta, caldo, pieno, intenso. Respiro lungo e gambe buone. Gioco di tannini e acidità, equilibrio e struttura. Eleganza da vino d'altri tempi.

Vigneti: Valmaggiore
Barbera d'Alba Pìstin
Bisogna essere pistìn, pignoli, per fare la barbera buona, diceva nonno Ernesto. Ferruccio Grimaldi ne ha fatto tesoro, realizzando questa barbera territoriale, fresca, pulita, curatissima e contadina.

Vigneti: Monforte e Novello
Barbera d'Alba Fornaci
Barbera elegante, concentrata e polposa, con naso di frutta matura, amarena, marasca, spezie, grazie all'elevazione in legno delle uve di un cru di Monforte d'Alba tra i più interessanti per questo vitigno storico piemontese.

Vigneti: Fornaci
Dolcetto d'Alba
Semplicità, freschezza, pulizia e beva ghiotta per uno dei vini che racconta del territorio al primo sorso.

Vigneti: Monforte e Novello
ITALIANO | ENGLISH EMAIL